Google for Games Developer Summit 2022

Stadia al Google for Games Developer Summit

SU STADIA GIRERANNO GIOCHI WINDOWS? COSA ASPETTARSI DAL GOOGLE FOR GAMES DEVELOPER SUMMIT?

Finalmente ci siamo: molto presto forse scopriremo qualcosa in più sul futuro di Stadia durante il Google for Games Developer Summit 2022. L’evento andrà in onda domani, 15 marzo, e ci darà l’opportunità di assistere ad una serie di interessanti presentazioni tecniche. L’argomento centrale ovviamente, come anche suggerito dal nome della conferenza, sarà il gaming.

Ovviamente Stadia non sarà l’unico oggetto trattato e non si parlerà solo di cloud. Avranno particolare rilievo anche il mondo Android e più in generale il super-redditizio settore mobile.

La festa online inizierà alle ore 17:00 con un keynote che verrà poi seguito da oltre 20 sessioni per sviluppatori.

Stadia al Google for Games Developer Summit

Durante il Google for Games Developer Summit ci saranno cinque sessioni dedicate completamente a Google Stadia.

1) The Stadia Keynote – Careen Yapp, Strategic Business Development Manager

Careen Yapp, Strategic Business Development Manager, condividerà le ultime novità su come il team Stadia stia migliorando la piattaforma per sviluppatori ed editori.

2) Play Testing Made Easy on Stadia – Ryan Bartley, Product Manager

L’infrastruttura e gli strumenti di Stadia vi permettono di testare istantaneamente e in modo sicuro il vostro gioco, indipendentemente da dove voi e il vostro team stiate lavorando. Questa sessione vi spiegherà, passo dopo passo, il funzionamento dei nuovi strumenti per scalare ambienti di playtesting interni ed esterni.

3) How to write a Windows emulator for Linux from scratch – Marcin Undak, Senior Software Engineer

Questa sessione fornirà una panoramica dettagliata della tecnologia dietro la soluzione di Google per eseguire giochi Windows non modificati su Stadia. Si tratterà di una profonda spiegazione tecnica con l’obiettivo di permettere agli sviluppatori di capire meglio tali tecnologie e potenzialmente costruirne di proprie.

4) Stadia Adventures in slow server code on Unity – Scott Wardle, Technical Solutions Engineer

Scott Wardle, ingegnere di gioco C++ di lunga data, trova uno strano bug di prestazioni che lo ispira a ottimizzare il codice del server di Stadia Adventure. Dopo essersi bloccato, fa un’applicazione modello per capire come usare Burst.CompileFunctionPointer e far sì che il Job System di Unity esegua il codice C# gestito. Questo ottimizza il codice server stranamente lento di Stadia Adventure, trovando un bug del debugger lungo la strada.

5) Profiling on Stadia – Pierric Gimmig, Software Engineer; Michael Anttila, Software Engineer

Il team Stadia DevX sta sviluppando le sue soluzioni di profilazione delle prestazioni sia per la CPU che per la GPU. In questa sessione, potremo conoscere la filosofia dietro al profilatore di CPU e di sistema e lo strumento di analisi della GPU.

Su Stadia gireranno giochi Windows?

Delle tante sessioni, quella che ha fatto più parlare di se in questi giorni è stata quella che sarà tenuta da Marcin Undak. Da come si evince dalla descrizione, sembrerebbe che gli sviluppatori di Google abbiano messo a punto una tecnologia basata su Linux per eseguire giochi Windows non modificati su Stadia.

Una soluzione del genere, se confermata anche per l’uso pubblico, potrebbe portare all’arrivo di molti nuovi titoli su Stadia. Infatti, se una delle problematiche che impedisce l’arrivo dei giochi su Stadia è il tempo necessario al porting (ricordiamo che Stadia gira su os Linux), questa nuova tecnologia potrebbe rappresentarne la soluzione. Se fosse davvero così, nei prossimi anni potremmo aspettarci l’arrivo di quasi tutti i giochi conosciuti sulla piattaforma di cloud gaming di Google.

Purtroppo, nonostante la descrizione della sessione sia abbastanza chiara, Google ci ha insegnato che è sempre meglio rimanere coi piedi per terra. Quindi rimandiamo al post-evento ulteriori considerazioni.

Cosa non aspettarsi dal Google for Games Developer Summit

Per finire volevamo condividere con voi un piccolo promemoria per tenere sotto controllo le aspettative.

Stadia ha dichiarato che durante il Google for Games Developer Summit avrebbe condiviso qualcosa in più sui propri progetti per quest’anno.

Partiamo col dire che qualcosa in più, non significa tutto. Dopodichè ci teniamo a sottolineare che le diverse sessioni saranno incentrate sul lato tecnico del business – quindi non saranno rivolte a noi utenti finali. Dunque, non aspettiamoci annunci di giochi, novità sul comparto hardware o nuove funzionalità rivolte a noi consumatori.


Quindi domani, 15 marzo 2022, dalle ore 17:00, tutti sintonizzati per il Google for Games Developer Summit. Per maggiori dettagli, compresa l’agenda completa, ti consigliamo di guardare anche g.co/gamedevsummit.

Con questo è tutto, ma non perdere lo Stadia Recap, con tutto il meglio di febbraio 2022, e ricorda che la promozione Lenovo, per ottenere gratuitamente 3 mesi di abbonamento premium al servizio di cloud gaming di Google, è ancora attiva.